notes per la psicoanalisi 1/2018

Care lettrici, cari lettori

mentre eravamo al lavoro per la composizione di questo numero, Lucia Schiappoli, direttrice e co-fondatrice di “notesper la psicoanalisi”, ci ha lasciati. A tutti voi, a quanti la conoscevano e a coloro che non la conoscevano vorremmo dire molte cose, di lei, del vuoto che avvertiamo.

Lucia non aveva mai smesso di lavorare per la rivista; sappiamo che poco prima di morire aveva messo in cantiere la stesura dell’editoriale e che aveva intenzione di inviarcelo, come faceva sempre, per sottoporlo alle nostre osservazioni. Non ha fatto in tempo. Così, la sinossi che abitualmente preparava per la quarta di copertina sarà anche l’editoriale di questo numero. 

Lucia non scriveva solo per notes. L’ultimo articolo, che porta il titolo “Traversare”, l’aveva composto per il numero 2/2017 di “Psiche”. Come direttore però, Lucia Schiappoli non era autrice unicamente di ciò che firmava; non di rado un direttore scrive in dialogo con la redazione e con coloro che contribuiscono al numero della rivista. È stato così per l’articolo che in questo numero sul ‘rifiuto del femminile’ è dedicato a un testo di Piera Aulagnier, comparso nel volume collettaneo “Le désir et la perversion”del 1967,frutto di un dibattitosvoltosi tra gli autori nel corso dei due anni precedenti. L’articolo che presentiamo nasce dal lavoro di Maria Lucia Mascagni; l’intensità dello scambio con Lucia Schiappoli ha fatto sì che alla fine entrambe lo sentissero come anche ‘suo’. Per questo, come redazione ci sentiamo di presentarlo a voi lettori con la firma di colei che nella potenziale fecondità dell’assenza, dopo esserlo stata dalla fondazione, resterà comunque associata per noi alla parola ‘direttore’.

Una fecondità diversa ma non minore è quella che accompagna la decisione della redazione di affidare a Mariella Ciambelli la direzione della nostra rivista.

rifiuto del femminile

In Analisi terminabile e interminabileil rifiuto della posizione femminile, presente in entrambi i sessi rispettivamente come angoscia di castrazione e invidia del pene, è esplorato da Freud sullo sfondo di una relazione analitica in cui questa resistenza talvolta insuperabile si oppone al lavoro dell’analista quale elemento attivo della relazione. La logica binaria fallico-castrato che si può aprire in questo scenario di attività versus passività può essere intollerabile se la castrazione sembra non limitarsi a significare la differenza anatomica dei sessi, ma piuttosto implicare il non essere niente, l’assoluta impotenza e mancanza di risorse.

ÈWinnicott ad ampliare questo scenario teorico sullo sfondo di una situazione transferale materna, ed in un certo senso a rovesciarlo, andando in cerca di un ‘femminile’ primario comune ad entrambi i sessi, in cui il bambino che riceve l’investimento materno, se ne sostanzia acquisendo un ‘essere’ preliminarmente all’attività pulsionale, sulla base di un’identificazione con uno spazio di ricezione e contenimento psichico.

Su questa scia, pensare un ‘lavoro del femminile’ quale preservazione e cura di uno spazio interno chiama in causa anche la complessità dello scenario transferale, la posizione dell’analista e la sua modalità di elaborare il controtransfert.

Gli autori di questo numero esplorano con diversi accenti le questioni cliniche ed antropologiche implicate dal lavoro del femminile e dal suo rifiuto.

 

Sommario:

  • editoriale
  • Fabio Fiorelli – Pensieri intrusivi. Alcune forme di rifiuto del femminile
  • Stefania Napolitano – Creazione e delirio in Camille Claudel
  • Monique Schneider – Freud e il rapporto femminile con la negazione
  • Francesca Izzo – Sul dileguare della ‘donna’
  • Jacqueline Schaeffer – Femminile e rifiuto del rifiuto del femminile
  • Houria Abdelouahed – Poeticamente vostra, ereticamente vostra
  • Dominique Scarfone – Dalla disponibilità al transfert. La lezione di Amleto
  • Matteo Palumbo – Il gioco dei regni di Clara Sereni: laMater dolorosa e il lutto della storia

Letture:

  • Mario Sancandi, Maschile-femminile, paterno-materno in psicoanalisi.La tenerezza del chirurgodi Claude Janin
  • Lucia Schiappoli, Piera Aulagnier e l’enigma del femminile

Editore: Alpes

Abbonamento per l’Italia, € 40,00 – Abbonamento per l’estero, € 70,00

Richiesta di singoli numeri o arretrati: € 25,00

Per informazioni rivolgersi ad Alpes Italia srl (info@alpesitalia.it)

Versamento sul c/c bancario: 000000000800 intestato ad Alpes Italia srl

Banca Popolare di Milano – Agenzia Roma Vitelli N° 309

CIN: U – ABI: 05584 – CAB: 03236 – IBAN: IT 13 U 05584 03236 000000000800